?>
Menu
fishing_rod_326843_640.jpg

Pesca sportiva - Lago di Bolsena



Al Lago di Bolsena per gli appassionati di pesca sportiva le opportunità per mettersi alla prova sono molte. Le sue acque pulite e cristalline sono ricche di pesce, vi si contano infatti circa 21 diverse specie.

Tra le più interessanti per la pratica sportiva vi sono: 

 

Carassius 

Introdotto casualmente nel lago negli anni ‘70 si era rapidamente riprodotto raggiungendo dimensioni notevoli, pesce infestante per la pesca professionale nutre poco interesse in quella sportiva; è pescato in prossimità dei porti specie nelle prime ore del mattino e di sera per la gioia dei pescatori principianti.

 

Carpa

Presente in gran quantità e in ogni dimensione, tanto che negli ultimi anni si è sviluppato il "carp-fishing", tipo di pesca mirata alla cattura di carpe da oltre 10 Kg, per cui è necesario possedere attrezzatura apposita. Molto sviluppata nella zona di Gradoli, Montefiascone e nei pressi del porto di Capodimonte. 

 

Cavedano 

Questo pesce chiamato localmente Calvone un tempo presente in ogni luogo è ora concentrato principalmente in prossimità dell’incile che da origine all’unico emissario del lago, il fiume Marta. Questo fiume ricco di pesce, specialmente Cavedani, Barbi, Rovelle e Anguille è rimasto tale poiché la vegetazione che ricopre le sue sponde rende poco agibile la pesca. La legge della regione Lazio protegge questa specie ittica consentendo la cattura giornaliera di n° 10 esemplari di oltre 20 cm.

 

Coregone

Nel 1897, proveniente da Como, si ha la prima immissione del Coregone nel lago di Bolsena, questo pesce perfettamente ambientato è ora molto diffuso grazie anche ai periodici ripopolamenti.

 

Luccio

Il luccio, che da sempre rappresenta la principale attrattiva della pesca sportiva da natante in lago, è ancora presente nel Bolsena in buona quantità, dipendente anche dalle periodiche immissioni di ripopolamento. 

 

Persico Reale

La pesca al Persico Reale rappresenta una delle principali attrattive dei turisti italiani e stranieri che immancabilmente annualmente si ritrovano sul lago di Bolsena.
La pesca in se è di facile apprendimento e rappresenta divertimento assicurato per tutti, comprese donne e bambini, ma nello stesso tempo essendo specialità che si attua dalla barca, prevalentemente lontano da riva, sono necessari, esperienza, spirito d’osservazione, ecoscandaglio o semplicemente una buona guida che ti conduca sulle postazioni migliori e ancora non ultima, molta prudenza.

 

Persico Trota

Introdotto nel lago di Bolsena a metà degli anni ‘80, volutamente o casualmente, il Persico Trota o Black Bass (nome d’origine anglosassone) o ancora boccalone com’è chiamato localmente è croce e delizia della pesca, questo vorace predatore è malvisto dai pescatori di mestiere poiché poco si presta alla cattura con le reti mentre è stato per anni ed è tuttora ricercatissimo da quelli sportivi per la sua combattività.